Dal 18 AGOSTO parte il

MIGRANTES POINT

gestito dall’Ufficio diocesano per la

Pastorale Migranti di Asti

Partirà il 18 agosto, il nuovo progetto dell’Ufficio diocesano per la pastorale Migranti di Asti: uno centro di ascolto e servizi rivolto agli stranieri. Il progetto nasce dal dialogo dell’Ufficio con le diverse comunità etniche presenti sul territorio e dalla consapevolezza delle molteplici difficoltà che devono affrontare i cittadini di origine straniera nel comprendere il funzionamento delle procedure italiane per quanto riguarda documenti, accesso ai servizi, ricerca del lavoro e della casa. Per questo motivo l’Ufficio Migranti ha ritenuto necessario per la nostra città un luogo dove non solo si possano reperire informazioni utili, ma anche imparare a diventare autonomi e gestire in modo indipendente il proprio futuro, un luogo dove gli stranieri possano sia ottenere risposta alle domande circa documenti, accesso a possibilità di istruzione, lavoro e abitare, ma anche un accompagnamento nei vari percorsi, non un semplice sportello, ma uno strumento di riscatto e d’emersione.
Per questo saranno presenti dal martedì al sabato, in via Carducci 22, due operatori e una rete di volontari delle diverse comunità etniche. Figura preziosa sarà anche un mediatore culturale, che si occuperà di accompagnare fisicamente le persone nello sbrigare le varie necessità (es. accompagnare in questura, in ospedale, al centro per l’impiego e così via) e prendere consapevolezza della realtà astigiana.
Lo sportello, inoltre, prevede di diventare un polo di incontri di orientamento e formazione sulle varie tematiche di interesse del mondo migrante.